Che si gioca??

Mamma mia quanto è antipatico questo!!! Tanto per cambiare, già dopo il primo giro di pronostici, parte la fuga Joe il Pistoiese che almeno lo scorso anno ci aveva fatto divertire un pò all’inizio…. La vittoria finale è ormai scontata, peccato (vediamo se le gufate funzionano)!!

Prima di vedere come sono andate le prime giocate ricordo a tutti coloro che ancora non lo hanno fatto di inviare i pronostici bonus! A proposito vi do una soffiata: anche se qualcuno, compreso il sottoscritto, ha giocato la Fiorentina vincente della Conference, ho paura non succeda! A parte questo, Joe inizia subito con un en-plein, mentre il Molisano, il Pappagallone ed il Meneghino Junior azzeccano il pronostico ma non il risultato di Lecce Monza. In diversi poi, partono addirittura con l’handicap per colpa di un Bayern Monaco pieno di riserve. Ecco dunque la prima classifica aggiornata come al solito dal Meneghino di Paderno Dugnano!

Joe il Pistoiese 6
Salva il Molisano, il Pappagallone Reale e Francesco il Meneghino Junior 4
Lungo, Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano, Luchino il diavolo rossonero, Sandrino il Bressesino ed Alan 1
Niccolò, Bomber Siiimo, il Crociato Gialloblù, Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino -1

Ecco le partite del weekend:

La gara più scontata: BARCELLONA – ELCHE = 1

La differenza di punti e posizioni di classifica permette di pensare ad una gara a senso unico. I catalani vengono dalla sconfitta di Monaco di Baviera dove Lewa ha fallito un paio di occasioni clamorose. Non vorrei essere nei panni dei difensori e del portiere dell’Elche. 1 fisso.

La sorpresa della giornata: MILAN – NAPOLI = 2 (Risultato 1 – 2)

Sinceramente se dovessi guardare alla squadra più forte, probabilmente propenderei per i rossoneri ma una volta tanto voglio andare contro la logica. Il Napoli di questo inizio campionato è probabilmente la squadra che gioca il miglior calcio e dunque lo voglio premiare: hanno operato benissimo sul mercato reinvestendo anche più di quanto hanno incassato (Rocco do you know?) acquistando calciatori perfetti per l’idea di calcio del Mister. Certo dovranno fare a meno di Oshimen ma anche il Milan sarà privo del calciatore più determinante della squadra, Leao: l’attaccante che spacca le difese avversarie e salta il diretto avversario senza troppe difficoltà. Il Napoli visto contro il Liverpool e non solo, è bravissimo a ripartire negli spazi grazie al gioco in verticale (Italiano do you know?) ed alla qualità degli esterni offensivi (Pradè do you know?). Insomma nonostante abbia l’allenatore più antipatico dell’universo, stavolta voto il gioco del Napoli contro la compattezza del Milan. Vittoria esterna e Napoli in vetta!

A voi per i pronostici!

Che si gioca??

Una lotta al vertice mai vista! I risultati dello scorso weekend ci regalano una classifica da stropicciarsi gli occhi: tre in testa ed il quarto a 6 punti…. incredibile!!!

Se nella serie A di quest’anno a due domeniche dal termine è ancora tutto completamente aperto (a parte le quattro squadre che devono andare in Champions), al Corner del Lungo non siamo certamente da meno! Il Lungo ed il Diavolo Rossonero, sfruttando la giornataccia di Joe, piazzano il colpaccio e lo agganciano al vertice rimontando lo svantaggio ed ora cercano addirittura di scavalcarlo. In attesa dei pronostici bonus che comunque potranno risultare decisivi, vediamo la nuova graduatoria aggiornata come sempre dal lavoro certosino del mitico Meneghino di Paderno Dugnano:

Joe il Pistoiese, Luchino il diavolo rossonero e Lungo 66
Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano 60
Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino 58
Bomber Siiimo 46
Niccolò 41
Francesco il Meneghino Junior 39
Sandrino il Bressesino 12
Salva il Molisano 4
Alan 0

Per il penultimo pronostico dell’anno, si gioca la gara che potrebbe decidere scudetto e corsa Europa:

La gara più scontata: ROMA – VENEZIA = 1

Dopo la sconfitta di Firenze, la Roma non può più sbagliare. Anche se ha da disputare la finale di Conference League, la compagine di Mourinho per essere certa della qualificazione europea della prossima stagione deve comunque arrivare tra le prime sette e la classifica è cortissima. Giocare in casa contro l’ultima rappresenta un’occasione troppo ghiotta per essere sciupata e normalmente il tecnico portoghese non fallisce gli appuntamenti che contano. Il Venzia di Soncin si è regalato una flebile fiammella di speranza con la vittoria interna contro il Bologna, ma credo che stavolta scivolerà in cadetteria. 1 fisso.

La partita da NON giocare: BOLOGNA – SASSUOLO

La sconfitta di Venezia grida ancora vendetta e per Mihajlovic ed i suoi ragazzi il derby emiliano potrebbe essere una bella occasione di riscatto. Nel contempo però, si troverà a giocare contro una squadra che ha nella zona offensiva del campo i calciatori migliori che in campo aperto sono spesso esiziali. La difesa guidata da Medel reggerà l’urto? Ma in campo avremo il Sassuolo o lo Scansuolo? Godetevi pure il derby, io ho qualcosa di meglio da fare!

La sorpresa della giornata: MILAN – ATALANTA = X (Risultato 1 – 1)

Meglio due feriti che un morto è già stato detto? Sinceramente il pareggio è il risultato che accontenta entrambe le compagini ed a due giornate dal termine con un importantissimo obiettivo ancora da raggiungere sia per la squadra di Pioli che per quella di Gasperini, non mi scandalizzerei se finisse veramente così. Certo è che il Milan attraversa un momento migliore ed ha due calciatori come Leao e Tonali in grado di fare la differenza in ogni gara. Dall’altra parte della barricata, l’Atalanta sta cercando disperatamente di arrivare in Europa almeno dalla porta di servizio e la convincente vittoria di Spezia dimostra che ci crede ancora. Il Milan con un punto potrebbe organizzare un esodo per la gara di Sassuolo dove vincendo si cucirebbe lo scudetto al petto, mentre l’Atalanta con un pari terrebbe tutto aperto fino all’ultima giornata. Ed allora ha un senso rischiare di buttare la stagione nel cestino? Pareggio e tutto rimandato all’ultima di campionato!

A voi per i pronostici!

Il buono, il brutto, il cattivo

MILAN – FIORENTINA = 1 – 0

La sconfitta di Milano ha un sapore amaro per come è arrivata e soprattutto per il modo in cui i viola hanno subìto la rete che ha deciso la contesa. Certo però la partita può essere interpretata in due modi opposti ma entrambi convincenti. Da una parte la classifica inizia a farsi preoccupante per la lotta per l’Europa poiché la terza sconfitta consecutiva rischia di compromettere un cammino che, fino alla gara di Salerno, era stato eccezionale. Bel gioco, vittorie inaspettate, squadra pronta a giocarsela alla pari su ogni campo e contro ogni avversario. Il risvolto di una medaglia deludente è però diverso: la gara di Milano ha visto finalmente la reazione di una Fiorentina che ha avuto un approccio, un’intensità ed un’attenzione completamente diversa rispetto ai due scivoloni contro Udinese e Salernitana. Vincenzo Italiano sembra essere riuscito a toccare le corde giuste per rinvigorire una squadra che ancora una volta ha giocato senza il centrocampo titolare ma ha lottato alla pari con la capoclassifica ed avrebbe anche potuto ritrovarsi in vantaggio se Maignan non avesse respinto da campione sull’incornata di Cabral. Si apre adesso una settimana fondamentale che ci porterà a giocare il posticipo di lunedì contro la Roma, diretta concorrente per l’Europa. Per arrivare al meglio al big match, il Corner Viola vi offrirà la presentazione della gara nei giorni precedenti con i frame di Flavio Bardaro.

IL BUONO

  • Amrabat: dopo averlo criticato tante volte, finalmente sta tornando quello che speravamo potesse essere anche a Firenze. Riproposto nel ruolo di Torreira, arpiona centinaia di palloni, gioca spesso a due tocchi, si fa trovare quasi sempre libero. Gioca una partita totale in cui viene anche chiamato al tiro. Che sia la volta buona che dimostra di poter giocare con Torreira?
  • Saponara: regala giocate di altissima scuola alla scala del calcio. Entra in tutte le azioni offensive viola e non disdegna anche la lotta con Calabria. Sta finendo la stagione in netta ascesa dopo un periodo di appannamento che lo aveva fatto sparire un pò dai radar. Io lo rinnoverei ieri.
  • Igor: dopo il passaggio a vuoto di Salerno, torna ad essere il gladiatore viola. Lotta con Giroud prima ed Ibrahimovic poi, uscendo quasi sempre vincitore dal duello. Molto più sicuro di Milenkovic, aiuta anche i compagni nell’impostazione del gioco. In questa Fiorentina, insostituibile!

IL BRUTTO

  • Terracciano: se in tutta la tua carriera sei sempre stato un ottimo portiere di riserva, è difficile riscoprirsi titolare di una squadra che lotta per l’Europa a 32 anni. Dispiace colpevolizzare un grande professionista come lui ma gli errori iniziano ad essere veramente troppi. Tra i gol presi sul primo palo, le incertezze in uscita e la frittata contro il Milan, il buon Pietro sta iniziando a costare troppi punti. Come dite? Fate giocare Dragowski?? Dalla padella nella brace!
  • Venuti: semplicemente non può giocare una partita di questo livello quando manca tutto il centrocampo titolare. Contro Leao ed Hernandez ha boccheggiato tutto il primo tempo anche perché poco assistito dal peggior Nico della stagione. Odriozola abbiamo bisogno di teeeeeeeeeeeeeeee!!!
  • Nico Gozalez: spento fisicamente, sbaglia diverse scelte e non salta mai l’uomo nemmeno per sbaglio. Nonostante sia in giornata deludente, non cambia modo di giocare e continua a sbattere contro la difesa avversaria senza cercare mai l’aiuto di un compagno. Quasi dannoso.

A più tardi con il Corner Viola!

Che si gioca??

E’ stato un weekend strano con tanti risultati a sorpresa che non cambiano la testa della classifica. Pur azzeccando la vittoria del Napoli, il Lungo non riesce ad andare in fuga ma guadagna comunque un punto su Joe.

Il pareggio interno dello United costa infatti al Lungo la penalizzazione, mentre Joe e L’Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino azzeccano la scontata e restano dunque in scia. Tra gli altri, anche il Genoa che blocca l’Inter ed il Marsiglia in Ligue 1 creano problemi e penalizzazioni e non permettono alla maggioranza di muovere la propria classifica. Vediamo dunque la nuova situazione di classifica aggiornata grazie all’ottimo lavoro del Meneghino di Paderno Dugnano:

Lungo 55
Joe il Pistoiese 48
Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino 47
Luchino il diavolo rossonero 44
Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano 38
Bomber Siiimo 36
Niccolò 28
Francesco il Meneghino Junior 25
Sandrino il Bressesino 19
Salva il Molisano 5
Alan 0

La prossima settimana torna la Champions League e dunque già stasera scende in campo l’Inter, ecco le partite da giocare questo weekend:

La gara più scontata: JUVENTUS – SPEZIA = 1

Non credo sia necessario dire nulla. Il vento in campionato è cambiato per tutta una serie di motivi e non sarà certo lo Spezia di Thiago Motta a fermarlo. E poi questa settimana non ho proprio voglia di parlare degli strisciati. 1 fisso e Champions nel mirino.

La partita da NON giocare: UDINESE – SAMP

Se si dovesse guardare alle ultime giornate di campionato, direi che l’Udinese può essere considerata favorita. La squadra del mio amico Gabriele Cioffi (Liceo Gramsci docet!) sembra tornata in forma ed il recupero dei due giocatori di maggior talento, Deulofeu e Pereyra, aiuta tantissimo lo sviluppo della manovra. La Sampdoria invece, nonostante il ritorno di mister Giampaolo, non ha ancora trovato né gioco né continuità ed inizia a rischiare grosso se non porta a casa almeno un punto. Dovessi metterci 1 euro giocherei X ma non mi convince….

La sorpresa della giornata: NAPOLI – MILAN = 1 (Risultato 2 – 1)

Innanzitutto credo sarà una partita bellissima! Il Napoli di Spalletti ha vinto a Roma contro la Lazio una partita fondamentale nella corsa scudetto, ma la vera svolta potrebbe arrivare domenica sera. I padroni di casa hanno l’innegabile vantaggio di aver avuto tutta la settimana per preparare la partita e di avere grandissimo entusiasmo derivante dalla striscia consecutiva di risultati utili che hanno permesso l’aggancio alla vetta. Dall’altra parte il Milan viene da un’ottima prestazione nel derby di Coppa Italia dove forse avrebbero meritato di vincere, ma hanno il problema di trovare il gol. Il probabile successo dell’Inter poi, potrebbe mettere pressione alle due squadre che vorranno certamente guadagnare la vetta della classifica. La bilancia potrebbe pendere a favore dei padroni di casa un pò per la spinta del pubblico, ed un pò per l’assenza di Romagnoli che, sommata a quella di Kjaer, potrebbe aprire falle importanti nella retroguardia rossonera. Vado dunque con la squadra che ha avuto più tempo per preparare il big match! Napoli vittorioso e solitario in vetta!

A voi per i pronostici!

Che si gioca??

Dopo la sosta dedicata a non ho capito cosa, torna il nostro gioco con una classifica in cui le posizioni e le distanze in vetta restano cristallizzate, ma l’Argentino Fiorentino è ormai in scia.

Gli ultimi pronostici hanno visto solamente Niccolò scivolare sulla scontata per colpa del Real Madrid ed in tanti azzeccare anche il pareggio di una delle partite più noiose di questa stagione. Dopo la chiusura del calciomercato, molte squadre sono cambiate, alcune rivoluzionate, di una non parlo. Bando alle ciance, andiamo subito a leggere la nuova graduatoria aggiornata grazie al lavoro certosino del mitico Meneghino di Paderno Dugnano!

Lungo 45
Joe il Pistoiese 43
Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino 40
Bomber Siiimo e Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano 36
Luchino il diavolo rossonero 34
Niccolò 30
Francesco il Meneghino Junior 25
Sandrino il Bressesino 18
Salva il Molisano 4
Alan in trasferta a Wuhan

Una volta tanto cerco la gara scontata in Premier, ma in Italia tocca giocare il derby della Madonnina:

La gara più scontata: NORWICH- MANCHESTER CITY = 2

I canarini (una delle mie squadre preferite ai tempi del Subbuteo) sono in netta ripresa visto che arrivano da due vittorie consecutive, una delle quali ha portato all’esonero di Sir Claudio Ranieri. Nonostante questo però, il divario con il Manchester City di Pep Guardiola appare incolmabile. I citizens hanno il comando della classifica ben saldo, ma il Liverpool di Klopp non molla e dunque è necessario vincere. La Premier non si deciderà certo in questa partita, ma la vittoria manterrebbe i Reds a distanza. 2 fisso e Klopp ancora lontano!

La partita da NON giocare: BOLOGNA – EMPOLI

Due squadre già tranquille ma con un percorso per certi versi opposto. Il Bologna di Mihajlovic era partito forte, stupendo tutti i commentatori tanto che nei giorni precedenti la sfida con la Fiorentina si parlava addirittura di Europa. Poi però, nelle giornate successive, sembra che qualcosa si sia incrinato ed i rossoblù sono scivolati nell’anonimato. Dall’altra parte della barricata invece, l’Empoli di Andreazzoli era partita con la paura di retrocedere e tanti punti interrogativi. A questo punto della stagione invece, i toscani risultano essere tra le sorprese del campionato e sembrano capaci di tutto. Nel dubbio, meglio sorvolare!

La sorpresa della giornata: INTER -MILAN = 1 (Risultato 2 – 1)

Potrebbe essere il mattoncino per far fuori il Milan dalla corsa scudetto. La vittoria della Milano nerazzurra metterebbe 7 punti tra le due contendenti con l’Inter che ha ancora una partita da recuperare. Oltre all’aspetto numerico di classifica, dobbiamo considerare anche quello psicologico: la compagine di Pioli, unica tra le grandi che non ha praticamente fatto mercato, si troverebbe davanti ad una salita tanto irta quanto forse impossibile da scalare. I ragazzi di Inzaghi ritrovano un Lautaro rigenerato dalla nazionale e possono contare su tutti i titolarissimi tranne Correa. Il Milan recupera Tomori in difesa ma resta senza Ibrahimovic e Rebic oltre al lungodegente Kjaer. E’ vero che il derby fa sempre storia a sé ma credo che i nerazzurri, complice anche un Napoli sempre attaccato alla vetta, vorranno lanciare un messaggio forte a tutte le inseguitrici. Simone Inzaghi vince il derby e allontana Pioli!

A voi per i pronostici!

Che si gioca??

Le posizioni di classifica restano pressappoco le stesse, ma Joe il Pistoiese accorcia sulla vetta e mette il mirino alla schiena del Lungo….sarà la settimana dell’aggancio?

La vittoria a sorpresa dello Spezia a Milano rovina i piani a parecchi di noi che scivolano sulla gara scontata, mentre ben tre giocatori centrano l’esito di Bergamo. Grazie a ciò, la classifica si accorcia ed in molti sono adesso sulla scia dell’ultimo gradino del podio occupato dall’Argentino. Finalmente poi, possiamo offrire la classifica realmente aggiornata poiché tutti abbiamo recuperato i pronostici che erano saltati: ecco dunque la nuova graduatoria aggiornata grazie al lavoro certosino del mitico Meneghino di Paderno Dugnano!

Lungo 44
Joe il Pistoiese 42
Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino 36
Luchino il diavolo rossonero 35
Bomber Siiimo e Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano 32
Niccolò 31
Francesco il Meneghino Junior 21
Sandrino il Bressesino 19
Salva il Molisano 5
Alan in trasferta a Wuhan

Già stasera la Serie A torna in campo e dunque non potevano mancare i nostri pronostici:

La gara più scontata: INTER – VENEZIA = 1

La squadra di Paolo Zanetti gioca bene, difficilmente viene messa sotto ma ultimamente sta raccogliendo troppo poco per restare fuori dalla zona calda. Il match di questo weekend non mi sembra quello adatto per invertire la tendenza contro un’Inter che è rimasta in testa alla classifica nonostante il mezzo passo falso di Bergamo. E’ vero che i ragazzi di Inzaghi hanno giocato 120 minuti in Coppa Italia e dovranno fare a meno dell’infortunato Correa, ma la differenza delle forze in campo credo sarà decisiva. 1 fisso e capolista confermata!

La partita da NON giocare: LAZIO – ATALANTA

La Lazio di Sarri (a proposito complimenti per il frontale con Pussetto in Coppa Italia!!) dovrà fare a meno di Zaccagni e Pedro, ha diverse polemiche interne come nel caso di Lazzari e non riesce ancora ad avere la continuità necessaria per stare tra le prime in campionato. I bergamaschi invece, dopo aver fermato l’Inter, sono sulla cresta dell’onda ma devono anche loro fronteggiare assenze importanti. A naso direi che l’Atalanta di Gasperini è favorita poiché gli spazi che la difesa laziale di solito offre agli avversari potrebbero essere sfruttati facilmente ma se i padroni di casa imbroccano la serata giusta la qualità è più che sufficiente per stare in partita. Io me la guardo, ma per i pronostici lascio ad altri!

La sorpresa della giornata: MILAN – JUVENTUS = 1 (Risultato 3 – 1)

Una partita difficilissima da pronosticare ma ci provo. La squadra di Pioli, dopo il torto arbitrale subìto contro lo Spezia ha l’assoluta necessità di rifarsi e, anche grazie a recuperi importanti in campo, parte favorita. Il Milan sembra una delle squadre che è uscita meglio dalle vacanze di natale e, non appena Ibra ritroverà la vena realizzativa, potrebbe confermarsi l’unica pretendente al titolo insieme all’Inter. La Juventus intanto, grazie alla cura Allegri, sta tornado ad essere brutta, sporca e cattiva: la squadra certamente esprime un calcio mediocre, ha poca qualità in mezzo al campo, è senza un goleador di razza, ma sta tornando. Questo perché il mister è riuscito finalmente a chiudere la saracinesca ed allora anche segnare una rete può bastare per i tre punti. Stavolta però, penso che gli strappi di Leao e Theo sulle fasce, la fisicità di Tonali in mezzo, l’estro di Ibra e Diaz davanti avranno la meglio. Affermazione rossonera e derby della Madonnina in vetta!

A voi per i pronostici!

Che si gioca??

Una settimana piuttosto interlocutoria anche se il capoclassifica allunga e l’Argentino Fiorentino mette nel mirino Joe.

La gara sorpresa ha premiato quei pochi che hanno pronosticato gli strisciati corsari contro il fantasma di Mou, mentre le gare scontate hanno fatto inciampare più di uno di noi. L’Hellas Verona ad esempio ha messo nei guai più di qualcuno, ma Francesco il Meneghino Junior si è superato riuscendo a sbagliare due gare scontate nello stesso turno (Genoa ed Arsenal)!! Anche in questo weekend, gli ultimi due che hanno da recuperare un pronostico avranno la possibilità di giocare due gare scontate in modo da tornare ad ammirare una classifica in cui tutti si abbia lo stesso numero di partite (a parte Alan che è stato inviato a Wuhan alla ricerca dell’ultima variante). Vediamo dunque la nuova classifica aggiornata grazie al lavoro certosino del mitico Meneghino di Paderno Dugnano:

Lungo 44 (1 gara da recuperare)
Joe il Pistoiese 40
Argentino Fiorentino ormai quasi Parigino 37
Bomber Siiimo 33
Luchino il diavolo rossonero 32 (1 gara da recuperare)
Carlo il Meneghino di Paderno Dugnano 31
Niccolò 27
Francesco il Meneghino Junior e Sandrino il Bressesino 20
Salva il Molisano 4
Alan in trasferta a Wuhan

Per provare a restare in testa e possibilmente allungare, queste sono le partite che ho scelto di giocare e di far pronosticare a tutta la banda:

La gara più scontata: JUVENTUS – UDINESE = 1

Almeno in campionato la truppa di Allegri è riuscita a risalire un pò la china ed a staccare le due romane. Certo che la batosta di mercoledì potrebbe aver lasciato delle scorie fisiche e psicologiche alla Juventus, ma l’Udinese ancora falcidiata dalle assenze sembra un ostacolo veramente troppo basso per non essere superato agevolmente. 1 fisso senza problemi!

La gara più scontata: MILAN – SPEZIA = 1

La squadra di Pioli sembra tra quelle che ha maggiormente guadagnato forze fresche ed energie dalla sosta di campionato. Nonostante le assenza di Kjaer e Tomori, vedo i rossoneri nettamente favoriti in casa contro la truppa di Thiago Motta reduce dalla vittoria in quel di Genova. Leao è in condizioni straripanti ed anche Theo Hernandez sembra avere il piede caldo. Altra vittoria interna e Milan all’attacco della vetta.

La partita da NON giocare: SASSUOLO – VERONA

I neroverdi amici di Nek giocano molto meglio fuori che in casa, mentre il Verona con le ripartenze di Caprari e Simeone possono spaccare in due la retroguardia di Dionisi. Certo non mancherà lo spettacolo e probabilmente anche i gol (unica giocata che mi sentirei di fare). Magari domenica mentre cucino, con un bel bicchiere di vino, una sbirciatina alla partita la do!

La sorpresa della giornata: ATALANTA – INTER = 2 (Risultato 1 – 2)

Se la banda di Gasperini vuole provare a lottare per lo scudetto, questo è lo spartiacque della stagione. L’Atalanta ha già perso qualche punto per strada, ma una vittoria contro i campioni d’Italia darebbe entusiasmo e quella consapevolezza che fino ad oggi è mancata. Entrambe le compagini hanno avuto l’impegno infrasettimanale ma indubbiamente la gara dell’Inter avrà un peso specifico maggiore. Ecco perché i ragazzi di Inzaghi dovranno essere bravi a gestire il ritmo del gioco, altrimenti potrebbero essere travolti dalle folate dei padroni di casa. Nonostante tutto, credo che ancora una volta la qualità della rosa e le alternative in panchina saranno decisive per portare a casa i tre punti. Vittoria esterna e sogni del Gasp infranti!

A voi per i pronostici!